Diario

Condivisione

11 Novembre 2018

A te che sei arrivato qui: ciao!

Non so se ci siamo mai visti, magari distrattamente ad un bar, o nelle gallerie di un centro commerciale, o nei viali del bosco di Capodimonte… se sei arrivato qui probabilmente sarai curioso di conoscere il motivo per cui tutto è cominciato. In realtà in questo momento storico tutto deve ancora cominciare, ma mi piace pensare che questa nuova avventura abbia un seguito per me, che sia un progetto che vada avanti nel tempo, non uno dei miei soliti fallimenti passati.

Dunque, mi presento.

Mi chiamo Marika, ho 26 anni e sono napoletana – leggermente decentrata, attualmente, verso la provincia di Caserta. Sono un tecnico informatico, mi occupo di assistenza tecnica hardware e software… e no, non sono un ingegnere. Ho scelto di non proseguire gli studi dopo il diploma- in parte, forse un giorno ne parlerò – ma mi sono lanciata subito nel mondo del lavoro, occupandomi di diverse cose e facendo diversi lavoretti fino ad arrivare a fare questo lavoro. L’informatica è stato uno dei miei primi amori fin dall’infanzia, quando a 6 anni ho avuto il mio primo personal computer con cui ho cominciato a combinare pasticci. Man mano ho osservato, studiato, sperimentato, fino ad arrivare ad oggi… ancora studiosa, ancora curiosa, ancora in fase di sperimentazione, ma con un bagaglio di conoscenze miste. Le mie competenze abbracciano anche il web design, il graphic design e l’illustrazione.

Ma l’amore più grande che abbia mai provato nella mia vita è per la danza. Studio danze orientali da 4 anni, ho fermato gli studi per un anno per via dei miei orari di lavoro e perché ho attraversato una fase particolare della mia vita, ed è stato come restare invalida per me. La danza è una forma di comunicazione quando le parole non bastano, è l’espressione di un sentimento, di un’emozione, qualcosa che parte dal profondo, ti prende allo stomaco e ti fa sentire leggera, libera. Questa per me è la danza, la mia libertà, la mia espressione. E ho deciso di non lasciarla mai più scappare.

Qualche frase fa ho detto di aver attraversato una fase particolare della mia vita, ed è per questo che ho deciso di ricominciare a condividere.

Sto uscendo da un periodo in cui sono caduta in una forte depressione, reduce da anni di cose irrisolte che mi trascinavo senza risoluzione e senza aiuto. Grazie alla psicoterapia e alla presa di consapevolezza di ciò che sono e che sento di essere, alla ripresa dei miei studi di danza e a una visione man mano più chiara della mia vita, ne sto uscendo fuori. E sono qui per condividere i miei passi, per essere di aiuto a mia volta a chi ci è dentro, ma soprattutto per farlo sentire meno solo. Mi ero chiusa in un guscio fatto di sorrisi spenti, sigarette e lacrime nascoste, avevo smesso di condividere e di esprimermi, premendo contro la mia personalità, sopprimendola. E ora?

Ora ci sto provando, stavolta sento che posso uscirne e sento che se anche tu ci sei dentro, puoi uscirne. Ci proviamo?

Bene, cosa troverai da questo momento nel mio blog?

Sicuramente parlerò di argomenti di cui sicuramente già hai intuito nei passaggi precedenti, ma devi sapere che da diverso tempo ho sviluppato un forte interesse per il minimalismo, il declutter, cucina semplice, viaggi e soluzioni facili per comuni mortali – così amo definirle – paradossalmente sono appassionata di problem solving io che dentro porto tante questioni irrisolte.

Che dici, ci proviamo?

You Might Also Like

error: Content is protected !!